Peter Witt da Cleveland a Torino (2020)

Michele Bordone-Roberto Cambursano-Luca Giannitti

Peter Witt da Cleveland a Torino
I tram torinesi della Serie 2500 e i loro simili

156 pagine

18,00 €

2020, ATTS editore
ISBN 978-88-942420-3-4

“Peter Witt” è il termine con cui si identifica nell’uso corrente un tram della generazione risalente al periodo tra le due guerre mondiali, dall’elegante profilo squadrato e dotato di una postazione fissa per il bigliettaio situata in prossimità della porta di discesa a metà vettura: questa tipologia di veicolo, oltre che nel paese di origine (gli Stati Uniti d’America), ebbe particolare diffusione in Italia, dove alcune città ne immisero in servizio ingenti quantità a partire dagli Anni Trenta del Secolo scorso, in un periodo in cui in molti altri paesi era ancora in vigore il vecchio sistema del “bigliettaio itinerante”. La città di Torino ha avuto, dopo Milano, la seconda più grande flotta di “Peter Witt” in Europa: questi tram hanno circolato regolarmente fino all’inizio degli anni Ottanta e hanno dato origine, con successive trasformazioni, alle motrici articolate ancora oggi in servizio. Questo libro, dopo aver tracciato l’evoluzione storica e tecnica delle “Peter Witt” nel mondo, si concentra sull’esperienza di Torino. Vengono trattati i tram delle Serie 2000, 2100 e 2500, attraverso la descrizione delle loro caratteristiche tecniche e delle loro modalità di impiego sulla rete cittadina nelle varie fasi storiche. Ampio spazio è dedicato alla Serie 2500, con il racconto del recupero e del restauro delle tre motrici 2592, 2595 e 2598 che fanno parte dell’attuale flotta torinese di tram storici circolanti e che vengono regolarmente impiegate sulla linea circolare 7 gestita da GTT. .

Altro in questa categoria: Rotaie tra Torino e Rivoli (2020) »