ATM TORINO, n° 2847

Anno di costruzione: 1960
Anno di restauro: 2009
Provenienza: Torino (Atm)

BREVE STORIA

La crescita della popolazione conseguente al boom economico aveva imposto all’Atm di dotarsi di veicoli con grande capienza; nel 1959 si decise così di accoppiare a due a due 116 (su 117) tram delle serie 2100/2200 costruiti nel 1938; lo scopo era la realizzazione di 58 motrici articolate col sistema Urbinati, da numerare nella serie 2800. La 2847 fa parte di questo primo lotto di tram articolati. Tra il 1978 e il 1980, insieme a tutte le altre motrici della serie, viene completamente ricostruita e adeguata al servizio ad agente unico, acquisendo tra l’altro una quarta porta, la nuova colorazione arancio ministeriale e nuovi finestrini con telaio in alluminio. Resta così fino al 2008, anno del provvisorio accantonamento. L’Atts la recupera e, grazie al finanziamento concesso dal Ministero dell'Ambiente, la riporta alle condizioni d'origine. Nell'autunno 2009 il tram ritorna a circolare; è attualmente uno dei veicoli più richiesti sia per la linea 7 sia per i servizi speciali Atts e Gtt, poiché unisce forte presenza scenica e grande capacità di carico.

2847s

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

- lunghezza: 19.865 mm
- larghezza: 2.250 mm
- altezza: 3.216 mm
- massa complessiva: 39.810 Kg
- velocità massima: 41 km/h 
- raggio minimo di curvatura: 13.759 mm
- alimentazione: 550 Vcc 
- tipo carrello motore: Moncenisio
- tipo motore: RETAM RT45 / TIBB GDTM 1252
- avviamento: reostatico con inseritore PN15
- carrozzeria: Moncenisio - Seac
- colore: due toni di verde
- numero porte: 3

CAPACITA' POSTI PER PASSEGGERI

- posti a sedere: 25
- posti in piedi: 150
- posti di servizio: 2
- posti totali: 177