Ritorno in Fiera. Model Expo Italy 2021

di Davide Fenoglio

 

Negli ultimi mesi molte nostre attività sono gradualmente riprese, seppur in forma ridotta.

Tra queste mancava ancora la partecipazione a fiere o eventi espositivi. Negli scorsi anni l’ATTS ha partecipato a numerose manifestazioni di questo tipo in Italia e all’estero. In particolare il settore modellismo è quello che più si muove verso destinazioni lontane dalla nostra città, portando in giro la nostra storia, i nostri progetti, le nostre realizzazioni. Model Expo Italy è un evento a cui partecipiamo da molto tempo, grazie anche alla preziosa collaborazione che si è instaurata con l’ente fieristico di Verona. Di anno in anno il nostro plastico, composto da oltre 10 moduli, realizzati dai soci modellisti si è ingrandito ed arricchito proprio in vista della partecipazione a questa fiera che in genere si tiene nel mese di marzo. A causa della pandemia l’edizione del 2020 è stata più volte rinviata fino a essere spostata a settembre 2021.

Così il 4 e 5 settembre ci siamo ritrovati tra i padiglioni della Fiera di Verona ed è stata l’occasione per rivedere tante persone, salutare vecchi amici e confrontarsi con altri esperti di modellismo.

Sul nostro plastico la novità di quest’anno è rappresentata del modulo “Trattoria”. Prima dal deposito tranviario due binari si staccano dalla linea principale e conducono ad un capolinea con raddoppio seguito dall’anello di inversione, situato in mezzo al verde. Dal punto di vista di chi sta sul tram, superato l’anello e ritornati sulla linea principale, è visibile l’edificio della trattoria, elemento da cui il modulo trae il nome. L’edificio conferisce a quella parte del plastico un aspetto quasi di campagna. Infatti è un capolinea che si trova in periferia dove i grandi palazzi e le strade trafficate cedono il passo alle casette e ai campi coltivati. Poco oltre si arriva al capolinea del Gerbido, ormai limite esterno della città.

Dal lato opposto, invece i binari proseguono verso il centro cittadino. Il primo spazio che si incontra è una piazza con mercato, seguita da un’altra piazza più aulica con una fontana al centro. Da lì si apre il grande e trafficato viale che conduce in piazza Statuto. Siamo così arrivati nel pieno centro cittadino.

Dal deposito fanno capolino anche nuovi mezzi: sono i tram serie 3000 dell’ATM Torino realizzati sia nella versione originale in due toni di verde, che in quella post ricostruzione. Dal momento che questi tram sono stati prodotti anche per la città di Madrid non poteva mancare la versione bianca e blu in servizio in questa città.

Il plastico ATTS non solo è affollato di tram di varie epoche e città, ma una grandissima collezione di autobus, automobili e altri mezzi particolari popola le strade di questa Torino in miniatura. Così le varie scenette ci raccontano di incidenti con intervento delle forze dell’ordine e di carri attrezzi, di lavori di ristrutturazione di palazzi ed edifici con impalcature, di manutenzioni stradali, di passeggeri alle fermate, di bambini al parco e di tanto altro.

L’arredo urbano è arricchito dalla segnaletica orizzontale e verticale, dai bidoni per la raccolta dei rifiuti, dai lampioni funzionanti, da fontane, panchine, edicole, parcheggi, capilinea. Tutto è molto realistico e realizzato con cura e attenzione ai particolari.

Infine non poteva mancare un grande espositore con i modelli di autobus più grandi, in scala 1:43. I bus di vari colori, epoche e dimensione hanno attirato l’attenzione dei visitatori quanto i numerosi tram in funzione sul plastico.

Sicuramente l’entusiasmo che ci ha dato la partecipazione alla fiera e il divertimento che scaturisce dalla nostra passione, ma anche dallo stare insieme ci fa ben sperare per il futuro e la ripresa di questa attività. Quello che è certo è che il plastico ATTS non si ferma ed i nostri soci hanno già in progetto grosse novità che sperano di poter presentare al più presto.