ATM TORINO, n° 2759

Anno di costruzione: 1959
Anno di restauro: 2012
Provenienza: Torino (Atm)

BREVE STORIA

Negli anni '50 il parco veicoli Atm non era più adeguato ai bisogni di una popolazione in costante crescita; per questo si decise di progettare nuove vetture più capienti. Nacque così la serie 2700-2771, prodotta dalla Società nazionale delle officine di Savigliano (SNOS), riutilizzando i truck (cioè telai e parte meccanica) di vecchi tram; la carrozzeria invece fu costruita ex novo, aggiungendo una cassa centrale, configurazione che portò il nomignolo “due camere e cucina”. Non ebbero molto successo a causa del basso confort: notevole beccheggio alle alte velocità e fischi prolungati al momento dell’iscrizione in curva. Le “2700” chiusero la carriera negli anni ‘80 sulle linee speciali per gli stabilimenti Fiat. Un’unità, la 2758, venne convertita in tram ristorante (il terzo al mondo dopo quelli di Melbourne e Basilea) nel 1988 e altre due sono state utilizzate per giri turistici e mostre (compito già svolto anche dalla 2758). Di queste ultime è sopravvissuta solo la 2759, restaurata da Atts nelle condizioni in cui iniziò il servizio.

2759s

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

- lunghezza: 18.430mm
- larghezza: 2.274 mm
- altezza: 3.200 mm
- massa complessiva: 33.650 Kg
- velocità massima: 45 km/h 
- raggio minimo di curvatura: 13.000 mm
- alimentazione: 600 Vcc 
- tipo carrello motore: Man
- tipo motore: Ansaldo LC 237/r
- ruote: tipo rigido 840 mm
- avviamento: reostatico con inseritore PN15
- carrozzeria: Snos
- colore: due toni di verde
- numero porte: 3

CAPACITA' POSTI PER PASSEGGERI

- posti a sedere: 18
- posti in piedi: 144
- posti di servizio: 2
- posti totali: 164

GALLERIA FOTOGRAFICA